Italiano Italiano

Francesco Moretti - Fotografo

Francesco Moretti - Fotografo

Cresciuto tra le immagini, per Francesco Moretti esprimersi attraverso di esse è parte della sua
identità. Già nei suoi primi scatti emergeva con forza l’originalità delle sue prospettive dapprima
legate a soggetti statici per lo più paesaggi ed elementi architettonici, poi sempre più dinamiche
ispirate da una curiosità esploratrice attivata attraverso il viaggio e le scoperte che esso dona.
L’incontro e l’amicizia con la fotografa olandese Monique Koojmans lo avvicinano ad una ricerca
sempre più raffinata sulle diverse sfumature del ritratto. Inoltre, grazie alla grande passione per la
musica e attraverso una fitta rete di relazioni con musicisti dell’aerea balcanica, inizia un lungo
ciclo sperimentale di immagini legate a quest’area geografica – vero e proprio ponte di
congiungimento tra due mondi. Storie, culture, suoni, colori e forme lo hanno recentemente
portato ad esprimersi anche a New York.
Nel suo percorso ha già affrontato esposizioni personali:
D’ISTANTI - Schegge di umanità raccontate per immagini presso Hotel Novecento di Rovereto , TN
(ottobre 2013).
L'ALTRO SGUARDO - in collaborazione con il poeta Vinicio Cescatti presso le Cantine Concilio –
Volano TN (dicembre 2014).
MERMAID TALE - Cherso – Lussino – Fiume (Croazia) esposizione open air nelle piazze e nelle vie
dei borghi e città della regione Litoranea-Montana (estate 2015)
Attualmente sta seguendo, oltre a Bodies Stories, alcuni progetti legati ad artisti italiani e
internazionali, in particolare il processo creativo dello scultore Alessandro Pavone alle prese con
le diverse materie come legno, pietra e bronzo. La documentazione fotografica relativa alla genesi
dell’opera bronzea ARMOUR, in collaborazione e sotto la supervisione della FONDERIA ARTISTICA
BATTAGLIA di Milano e stata presentata al MUSEO FRANCESCO MESSINA di Milano nel settembre
2016.
Altra collaborazione internazionale molto significativa vede Francesco Moretti impegnato nel
reportage tra Europa e Stati Uniti di due artiste croate la cantante Astrid Kuljanic e la stilista
Vesna Jakic alla ricerca di tradizioni musicali e sartoriali delle popolazioni antiche.
I suoi ritratti sono stati utilizzati e pubblicati per propri progetti dai seguenti artisti: Astrid Kuljanic
(cantante, CRO-USA), Vasko Atanasovski (musicista, SLO), Renata Sabljak (attrice, CRO), Simone
Zanchini (fisarmonicista, ITA), Vasil Hadzimanov (musicista, SRB), Nenad Back(musicista, CRO-
USA), Anne Boccato (musicista, BRA-USA) ,Chiara Izzi (cantante, ITA-USA).