Italiano Italiano

Bornic

Bornic

 

BORNIC

 

RIGHETTINI PIERO, Maderno, 24 luglio 1924. 

 

In arte Bornic. Grafico di professione, Righettini traduce la sua abilità tecnica in motivi cromatici ornanti stoffe.  Proprio per questa sua abilità, appena concluso il secondo conflitto mondiale si è trasferito a Ginevra, dove si è fatto apprezzare in vasto campo commerciale. Non tralascia tuttavia di fare periodici ritorni in Italia e a Maderno in particolare, dove ha ancora la casa in cui è nato e i parenti. In Italia e Svizzera ha partecipato a numerose collettive.  Mostre personali ha allestito a Milano, Roma, Losanna, Gardone R., Venezia, Poitiers, Vallio Terme.  La sua pittura, dal toni squillanti, «incandescenti» riesce a creare «ritmi, pulsazioni sottili», come è stato osservato di recente.  Ciò non di meno, il natio Garda sembra essere la tavolozza inesauribile dalla quale il pittore benacense attinge i suoi suggestivi colori. E’ autore di cartoni per vetrate e non disdegna scolpire. Con CercAntico Gallery è nato un sodalizio fin da subito nel 2013. La galleria ha presentato una personale divisa in due sessioni per la durata di tre mesi in cui si sono svolti laboratori didattici con le scuole. In questi laboratori l'artista era presente ed ha dato modo di essere conosciuto dai bambini delle scuole. L'artista, un ventennio fa donò una scultura che tuttora si erge nei giardini delle scuole di Toscolano Maderno. La generosità, spesso incompresa, dell'artista nei confronti del suo paese natio la si trova con un'altra scultura, donata al Comune, che si erge nel Parco delle Penne Nere a Toscolano Maderno. Nel giugno 2014, sempre presso la CercAntico Gallery presenta una personale intitolata "Fiori e Farfalle" produzione minore della sua opera ma nella quale si riconosce l'estro di questo artista a tutto tondo.